Qualcosa è cambiato

Andrea Vitale non ha mai imparato a cavarsela da sola, il padre, Marco, infatti, dopo lo scandalo che ha colpito la famiglia quando la madre è scappata con l’istruttrice di equitazione del maneggio che frequentava la figlia, non ha mai superato lo shock della vergogna e dell’abbandono, crescendo Andrea in una realtà ovattata e asettica.
All’alba della maggiore età però, la ragazza chiede come regalo per la maturità un viaggio in America come ragazza alla pari. Desidera scoprire il mondo e soprattutto realizzare il suo sogno: lavorare in un vero ranch. Marco accetta, dopo molte rimostranze, coalizzato con il famoso Nicola Reggina, l’istruttore e gestore del maneggio alle porte di Roma che Andrea pensa di frequentare all’insaputa del padre. I due si accordano per organizzare alla ragazza un’esperienza edulcorata e noiosa nella fattoria dei Randal in Alabama, in modo che Andrea ritorni insoddisfatta della sua esperienza e metta di nuovo la testa sullo studio e sulla musica, lasciando perdere una volta per tutte il mondo dei cavalli.
Peccato che Andrea si confonda, abbagliata dal cognome così altisonante nell’ambiente, e si ritrovi catapultata in un mondo di lavoro duro, cavalli e gare nel ranch Randal in Texas, destinato solo a veri uomini. Lei uomo non è, ma non sarà quello a fermarla a un passo dal suo sogno. L’unica cosa che potrebbe far vacillare la determinazione di Andrea sono due occhi azzurri di un cowboy troppo sexy, e la volontà di difendere chi ha bisogno del suo aiuto, sempre e comunque.
Nathan Randal, gestisce l’impero del padre, uno dei cowboy più famosi del Texas, se non di tutta l’America. Cresciuto tra cavalli e bestiame non disdegna la compagnia di una bella donna, oltre che del suo migliore amico Christopher ed è una di quelle persone che sanno perfettamente cosa vogliono dalla vita, dove sono, cosa fanno e cosa faranno.
Finché non incontra Andrea Vitale e allora qualcosa comincia a cambiare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

La Penna Prolissa

Lascia parlare le emozioni.

ragazzainrosso

Blog letterario a cura di Silvia

lifefactorymag.wordpress.com/

Free think. Free write

Un tè con la Palma

La donna è come una bustina di tè, non si può dire quanto è forte fino a che non la si mette nell'acqua bollente.

Emma Scacco

Aspirante autrice d'amore e di cavalli

lapecoragrigia

che legge, ascolta, pensa...

Il mio mondo

La mia passione per la lettura

Tracce d'inchiostro blog

Le parole hanno un grande potere. Possono piegarti al loro volere senza che tu riesca a proteggerti. Ti portano in mondi inesplorati. Angoli bui, sprazzi di sole. Calma, tempesta. Ti mostrano nudo. Inevitabilmente, Inconsapevolmente. Sei quello che sei. Non puoi nasconderti, né mentire. Perché quelle parole, quelle emozioni che tanto temi, sono te. E come te, si spera restino indelebili in chi saprà accoglierle. Anche se per un breve istante.

Lib(e)ra_mente

Perchè Lib(e)ra_mente? Il nome nasce da un gioco di parole. Libra vuol dire bilancia. Per pesare mente e fantasia in modo libero per arricchire la mente.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: